• info@progettosum.org Piazzale Carlo Alberto dalla Chiesa 3, Parma 3756645737

SEDI DI REGGIO EMILIA

DOTT.ssa SARA SANTI

PsicologaPsicoterapeuta, specializzata in Psicoterapia presso la Scuola Adleriana di Reggio Emilia.

Lavora come psicologa sia presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia sia in libera professione.

Buffagni.F

Dott. Federico Buffagni

Buffagni.FDOTT. FEDERICO BUFFAGNI

Psicologo, specializzato in Psicoterapia presso la scuola ARPAD Minotauro, di Milano. Svolge interventi di consulltazione, sostegno e psicoterapia per adolescenti, giovani adulti e genitori. Si interessa, in particolar modo, di identità di genere in adolescenza e di percorsi di transizione di genere.

Parallelamente all’attività clinica, conduce gruppi espressivi per adolescenti, di sostegno alla genitorialità e formazioni rivolte a personale educativo e a docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

  • Il bambino, in base al momento evolutivo in cui si trova, è impegnato ad affrontare sfide e compiti molto complessi, relativi alla crescita, che possono generare disagio e sofferenza.
    Egli non è solo in questo viaggio evolutivo: è accompagnato dai genitori e da altre figure significative di riferimento. Non sempre, però, è facile comprendere i significati di queste fatiche. I genitori possono sentirsi spiazzati ed impotenti di fronte ad un malessere difficilmente decodificabile.
    Il lavoro psicologico/psicoterapeutico con il bambino, in sinergia con i genitori, si propone di creare un contesto di accoglienza e di fiducia in cui egli abbia la possibilità di esprimere il proprio malessere attraverso le modalità a lui più consone, al fine di comprendere il significato del disagio che presenta e di rimettere in circolo, in modo funzionale, le proprie energie vitali.
    A differenza degli adulti, il canale verbale non è quello privilegiato per dar voce a ciò che si muove all’interno del bambino. A questo scopo, infatti, vengono utilizzati soprattutto il gioco, il disegno ed altre modalità creative.

  • “Il pensiero della responsabilità si è fatto grosso,
    è come dover saltare al di là di un fosso che mi divide
    dai tempi spensierati di un passato che è passato,
    saltare verso il tempo indefinito dell’essere adulto;
    di fronte a me la nebbia mi nasconde la risposta alla mia paura:
    Cosa sarò, dove mi condurrà la mia natura?”
    (“La linea d’ombra” di Jovanotti)

    Durante l’adolescenza l’individuo è impegnato ad acquisire le competenze e i requisiti necessari per assumersi le responsabilità tipiche dell’età adulta. Questo processo di crescita è complesso poiché entrano in gioco e interagiscono fra loro fattori di natura biologica, psicologica e sociale. Tale periodo inizia con la pubertà, ma non è solo il cambiamento fisico connesso ad essa che determina il momento di sviluppo. A questo mutamento, infatti, si associano esperienze emozionali e relazionali molto intense che richiedono di instaurare nuovi equilibri nel rapporto con il mondo e con il proprio Sé.
    Il lavoro psicologico/psicoterapeutico con l’adolescente si configura come uno spazio accogliente nel quale egli abbia la possibilità di condividere il proprio malessere, la propria sofferenza, i propri vissuti, i propri pensieri ed interrogativi che a volte sembrano sovrastarlo e che rendono difficile vivere serenamente la propria quotidianità.
    È importante, infatti, riconoscere, dare parole e significare ciò che sta accadendo dentro di Sé per affrontare il proprio dolore e mobilitare attivamente le proprie risorse per impegnarsi nell’entusiasmante, ma anche estremamente complesso, compito di crescita.
    Può essere utile ed importante un lavoro anche con i genitori per sostenerli nel loro ruolo di accompagnamento rispetto al processo evolutivo che l’adolescente sta attraversando.

  • Cos’è un adulto? Quando si parla di adulti si fa riferimento ad una fascia di età molto ampia al cui interno vi sono persone con caratteristiche, bisogni, necessità molto differenti.
    Il giovane adulto, ad esempio, si trova nel pieno dell’impegnativo viaggio d’esordio nell’età adulta che implica la costruzione di un nuovo progetto esistenziale con importanti obiettivi a diversi livelli: lavorativo, affettivo, sociale e identitario. Sorgono, a tal proposito, tanti interrogativi che possono essere destabilizzanti e per i quali è faticoso trovare una risposta.
    Il contesto nel quale viviamo oggi, poi, è estremamente complesso e articolato: destreggiarsi all’interno di molteplici possibilità, in un mondo che spesso appare richiestivo e a volte sembra essere ostile, può generare vissuti di incertezza, paura, ansia…
    Ma anche più avanti nella vita si possono attraversare momenti di difficoltà, di angoscia magari intollerabile, anche accompagnati da ‘sintomi’, nei quali si può trovarsi, talvolta, da soli.
    Il lavoro psicologico e psicoterapeutico con l’adulto, perciò, si configura come uno spazio di accoglienza e di ascolto autentico all’interno del quale la persona può sentirsi libera di dar voce a ciò che sente, a ciò che prova, a ciò che pensa senza timore del giudizio, per riconoscere e per dare un significato a quello che sta vivendo e per ritornare ad essere attivo protagonista della propria esistenza con un ritrovato stato di benessere.

CONTATTACI

      Preferenze Cookies
       
      Click to enable/disable Google Analytics tracking code.
      Click to enable/disable Google Fonts.
      Click to enable/disable Google Maps.
      Click to enable/disable video embeds.
      Questo sito utilizza i cookies per farti avere una migliore esperienza.